giovedì 21 novembre 2013

Ci cacano in testa...

La Cancellieri non si è dimessa, il partito democratico le ha confermato la fiducia perchè il Presidente del Consiglio Enrico Letta "ci ha messo la faccia".

Da queste due o tre considerazioni leggo di autorevoli analisti e politici che dicono che il governo ne esce indebolito e che da qui in avanti la sua azione sarà ormai nulla.

Secondo me invece il governo ne esce fortissimo, inespugnabile e in nessun modo stimolabile quantomeno da parte pd.

Se la credibilità del governo e della Cancellieri nel Paese ormai è bassa in Parlamento invece sono fortissimi, le intese saranno un pò meno larghe ma più intense.

Cosa dovrà succedere per dare una scossa dopo il caso Shalabayeva e dopo quello Cancellieri? Nulla, possono pure cacarci in testa, tanto in parlamento non succede nulla.

Renzi dice che dal 9 Dicembre cambia tutto, ma se è vero come è vero che tra i gruppi Parlamentari anche molti "nuovi" Renziani sono molto più vicini a Letta che non al sindaco di Firenze, vorrà dire che anche dopo l'8 dicembre il segretario del pd (chiunque esso sia) avrà ben poca voce in capitolo negli equilibri parlamentari... il vero segretario almeno in Parlamento è Enrico Letta o meglio Giorgio O'Sicco, che snello a dispetto della veneranda età dribbla come Garrincha le sue prerogative Costituzionali.

L'8 dicembre votate Pippo Civati, almeno dagli elettori uscirà una parola chiara sul da farsi, altrimenti compagni ci cacano in testa.


Nessun commento:

Posta un commento