martedì 3 settembre 2013

Il carro del vincitore, il carro di Tespi e il gol di Magath

E' da qualche giorno ormai che si legge di questo o quell'esponente del Pd che da rivale di Matteo Renzi ora si mette al suo fianco per la prossima battaglia congressuale, la questione onestamente fa sorridere se non avesse un qualche sapore tragico come spiegherò in seguito.
Quelli che non hanno sostenuto Renzi alle primarie per la premiership, ruolo a lui probabilmente più congeniale, e ora invece lo voterebbero come segretario per me vengono dal pianeta Marte.
In Realtà, invece non vengono da Marte ma sono soltanto interessati a saltare sul carro del vincitore, però quello che si preannuncia come carro del vincitore in realtà è un carro di Tespi... e chi era sto Tespi, direte voi? Era uno dei primi tragici greci, quindi la vicenda ha un sapore tragico come più su dicevo. E che c'entra il carro? Sto Tespi pare che girasse la Grecia antica su un carro (ma oggi magari va col camper), uno spettacolo itinerante insomma, ma siccome stiamo parlando di storie che hanno qualche migliaio di anni rimangono comunque avvolte nel mistero, da qui il modo di dire "salire sul carro di Tespi" cioè sposare una causa incerta, probabilmente non per il risultato ma di sicuro per gli effetti, dove finirà la sinistra sul carro di Renzi?
Questo dubbio giro a tutte quelle persone del PD che si reputano come me di sinistra: Dove finirà la sinistra sul carro di Renzi?
Al governo, risponderà qualcuno...
e Parigi val bene una messa? Siamo sicuri?

Io non salgo su nessun carro, me ne vado con Civati, perchè è di sinistra, magari che ne sai, gli altri arrivano con la coppa in mano e noi facciamo il gol di Magath, seppure di fede siamo juventini è un buon augurio...


Nessun commento:

Posta un commento