lunedì 31 dicembre 2012

Roma-Istanbul

Dopo le #primarieparlamentari pare che un'ondata di giovani turchi invaderà Roma.

Socrate (da Bettola) parlava spesso delle gioie dell'amore e nel petto degli alunni si affacciava quasi il cuore tanto che gli offrivano anche il corpo.

Si fa per ridere, eh!

domenica 30 dicembre 2012

abbiamo fatto le #primarieparlamentari

Scrivo mentre mancano pochi minuti alla chiusura dei seggi delle tanto attese #primarieparlamentari, eppure già siamo in grado di esprimere qualche giudizio netto.
Ci sono stati diversi errori nell'organizzazione ma sono di più le cose positive.
Oltre un milione di votanti, benissimo, non era scontato tra Natale e capodanno.
Un successo di giovani e donne, benissimo, questo ce lo aspettavamo.
L'unico errore che mi va di mettere in evidenza è la doppia data, tanti si sono sbagliati, pensando di poter votare il 30 quando invece nella loro regione si votava il 29.

Sarebbe bello se domani il segretario Bersani nel riscuotere gli apprezzamenti dicesse:

" Alcuni di sti ragassi qui non l'avrei scelti se avessi fatto io le liste, ma il partito è nuovo e va così, ed è più forte anche per questo".

lunedì 24 dicembre 2012

Giocavamo a bottonella

Un giorno di tanti anni fa la mia maestra delle scuole elementari ci assegnò il compito di descrivere i giochi dell'infanzia dei nostri nonni, ricordo ancora oggi le parole di mia nonna(quella più grande di me di 49ANNI!!!) mentre mi raccontava che da piccola lei e i suoi amici giocavano a BOTTONELLA, staccavano i bottoni dagli abiti e li scambiavano assegnando a quelli più belli o colorati punteggi più importanti.
Magari a quel tempo pensai tra me e me:"Che gioco noioso" rapito com'ero da Super Mario Bros, Subbuteo e figurine panini ed invece oggi a distanza di 25 anni la proposta di civati mi ha fatto tornare in mente questa storia e mi ha fatto venire voglia di giocare.
#sbottianomoci dunque

io ho scelto un bottone verde

venerdì 14 dicembre 2012

in culo a tele+2

I primi anni in cui trasmettevano le partite del campionato di calcio in tv, solo il posticipo della domenica, specialmente da noi al sud, non si vedeva mai bene, saltava tutto, il segnale era scarso, si sentiva una continua frittura, ancora in casa pochissimi avevano un abbonamento e andavamo a vedere la partita al bar, ma poi ad un certo punto il segnale saltava e dunque la partita alla fine la ascoltavamo alla radio, alla radio del bar, come si era fatto nei quarant'anni precedenti.
Alcuni miei amici però stanchi della situazione, una domenica di quelle, fecero un lungo viaggio e andarono a vedere il posticipo allo stadio e portarono uno striscione con su scritto:" IN CULO A  TELE+2" che prontamente la rai inquadrò e ne trasmise l'immagine qualche ora dopo alla domenica sportiva.

Ecco, le buone notizie di questi giorni del partito democratico e l'articolo che leggo oggi su popolino , mi hanno fatto tornare in mente questa storia, e dopo questo lungo viaggio con una certa soddisfazione e cialtroneria voglio dire : "in culo a tele+2"

martedì 4 dicembre 2012

Un solo dubbio

Le primarie per i parlamentari sono giuste e bisogna farle necessariamente, dobbiamo impegnarci, ciascuno per quel che può a propagandarle per fare pressione su chi deve mantenere le promesse e dare sostanza agli annunci fatti.
Mi rimane solo un dubbio, in questi anni il Parlamento dei nominati si è distinto tra le altre schifezze per l'inadeguatezza tecnica del legislatore nello scrivere i testi legislativi, fanno notare infatti le principali riviste giuridiche, la dottrina e la giurisprudenza come il legislatore degli ultimi anni sia stato incapace di scrivere per bene le leggi, creando molto spesso dubbi interpretativi e in alcuni casi anche scadendo in periodi contorti e contraddittori al limite della correttezza grammaticale.
In pratica proprio il Parlamento dei nominati che aveva il privilegio di far eleggere personalità che potevano dare un apporto di competenza pur non essendo supportati da una base elettorale forte, ha fallito nell'unico suo profilo di positività.
La soluzione a questo importante problema purtroppo non sono le primarie per i parlamentari(che però risolvono tutti gli altri problemi).
Certo la via mediana non è quella corretta, metà scelti con le primarie e metà nominati, sarebbe una soluzione contraddittoria con il risultato di avere parlamentari di serie A ed altri di serie B.
L'unica soluzione, che per ora non è percorribile in tempi brevi, è non lasciare che le primarie prendano il sopravvento su un partito dormiente(come succede negli Stati Uniti) ma far si, e questo spetta al #prossimosegretario , di convogliare il tanto entusiasmo e la tanta voglia di partecipazione propri delle primarie all'interno di un partito nuovo dove nascano nuove competenze e credibilità.
A mio avviso si crea classe dirigente, dunque, dando centralità ai partiti politici, partiti che come il nostro trovano legittimazione in un istituto ormai irrinunciabile come le primarie.

domenica 2 dicembre 2012

Senza caciara

Qualche settimana fa il segretario Bersani aveva definito le primarie come una festa un pò disordinata facendo presagire un divertimento "caciarone", Beh si è andato un pò oltre con la caciara.
Spero che oggi dopo gli ultimi giorni di burrasca possa essere un giorno sereno e di partecipazione.
Pare, tra l'altro, che dal risultato delle nostre primarie dipenda la scelta di Berlusconi, di indire definitivamente le primarie del pdl o meglio del centrodestra.
Alla luce delle ultime polemiche per le primarie del centrosinistra, sulla questione registrazione al secondo turno, non oso immaginare cosa possa accadere nel pdl in caso di primarie del centrodestra, cosa succederà in casa di gente che sulla contesa elettorale si esprime così, ? Che regole si daranno coloro che sulle regole ci hanno sottoposto questo ?Che volto mostruoso avrà il Nico Stumpo del pdl?
Le primarie si vincono sempre, e si vincono ancor meglio se teniamo a mente dove vogliamo andare (al governo) e dove non vogliamo tornare (all'opposizione).
buon voto a tutti e che sia una giornata di festa.
Senza caciara.